#viviTolfa

Caro lettore, oggi ti racconto di quella volta che sono andata a Tolfa per la mostra di arte contemporanea, Una Boccata d’Arte, e come in una caccia al tesoro, seppur con mappa e indicazioni, su quattro opere ne ho scovate solo tre.

Ma iniziamo col parlare un po’ di…

Tolfa

Questo carinissimo borgo, ribattezzato proprio quest’anno come Città del Cavallo per la sua tradizione e cultura equestre, si trova arroccato su una montagna a pochi km dal mare di Civitavecchia, in provincia di Roma.

Il tragitto in auto per poter arrivare a Tolfa permette di passare attraverso tutto il verde circostante e di rimanere incantati per la vista spettacolare che caratterizza questo luogo magico.

In modo particolare quando si arriva finalmente in città è Piazza Vittorio Veneto, detta anche Piazza Nuova, a darci il benvenuto con un belvedere mozzafiato sulla vallata con i suoi fiori e i suoi alberi di quercia e di ulivo in frutto e con i suoi Appennini.

Circondata da un cielo azzurro con solo qualche nuvola sparsa e da questo paesaggio sembra d’un tratto di trovarsi in paradiso!

Il Belvedere da Piazza Nuova

Proseguendo a piedi sulla sinistra e percorrendo la strada principale, Via Roma, ho modo di ammirare le sue case, i suoi palazzi, i suoi vicoli…

Impossibile trattenersi dal fotografare tutto questo!

Via Roma
Uno dei vicoli più belli

Arrivata a Piazza Giacomo Matteotti, conosciuta anche come Piazza Vecchia, seguendo la via sulla destra si inizia a salire – e a faticare…

Da qui inizio ad addentrarmi nel borgo medievale di Tolfa!

Sulla strada incontro il Palazzaccio, ovvero il Palazzo dei Priori, con la Torre dell’Orologio.

Salendo ancora, dopo qualche curva, dopo il terrore di lasciarci i sandali e forse anche un ginocchio, eccomi arrivare sulla cima della collina, dove si trova la Rocca del borgo.

La Rocca Frangipane

La Rocca Frangipane

La rocca era in principio nata come un castello ma poi nel tempo ha preso la funzione di torre di controllo e di poligono di tiro.

È oggi possibile visitare l’interno e i suoi resti.

Dalla rocca la vista a 360 gradi del paesaggio circostante lascia senza fiato: è possibile ammirare il paese, la valle, le colline, i monti.

La sensazione è quella di sentirsi così piccoli, forse anche un po’ insignificanti di fronte a tale bellezza, di non aver ancora visto nulla del mondo e nonostante ciò, sentirsi felici…

Una sensazione impagabile, caro lettore!

Dall’interno della rocca
Tolfa dall’alto della rocca

Una Boccata d’Arte

Tolfa quest’anno è tra i 20 borghi italiani selezionati per ospitare la manifestazione Una Boccata d’Arte, un progetto di Fondazione Elpis e Galleria Continua.

Come nell’edizione 2020 di cui ti ho parlato qui, il progetto, nella formula 20 artisti in 20 borghi nelle 20 regioni italiane, vuole incoraggiare il pubblico ad avvicinarsi all’arte contemporanea e a far riscoprire la bellezza dei nostri borghi.

L’artista scelta per il borgo laziale è Zhanna Kadyrova, classe ’81, artista ucraina che porta i suoi Landmarks, una collezione di installazioni anti-monumentali in materiali locali come cemento, tegole, pietre naturali e metallo recuperati in luoghi urbani o in edifici abbandonati.

Mappa di Tolfa

Il progetto delle sue rovine moderne deriva non solo dallo studio delle vita quotidiana del borgo che nel tempo è rimasto immutato ma anche dal desiderio di voler mettere in luce diversi luoghi d’interesse per fare riferimento ai periodi storici che hanno reso oggi così caratteristico il territorio.

Ed è proprio riscendendo la cima della Rocca che incontro una delle quattro opere di Kadyrova: si tratta di una particolare colonna in stile dorico costruita con le tegole dei tetti di Tolfa.

Found column

Poi facendo ritorno verso il centro e riprendendo Via Roma ho modo di incontrare la seconda opera, nel cortile interno di Palazzo Buttaoni.

È la scultura di un eroe archetipico in cemento, materiale nettamente in contrapposizione con l’ambiente circostante delle rovine decorate con vegetazione spontanea.

Infine, proseguendo su Via Roma e poi svoltando a sinistra, poco prima di Piazza Nuova, ecco presentarsi la mia opera preferita: la ricreazione di Tolfa con l’uso dei comignoli delle sue case, un’opera nata dal fascino per la Necropoli di Pian Conserva e la storia della cultura etrusca.

Found village

Le parole dell’artista

«Lavoro su progetti site specific da 7 anni. Una Boccata d’Arte è un’avventura che riecheggia in me in vari modi. Il concetto della decentralizzazione, per me fondamentale, costituisce un perpetuo spostamento tra i tanti e vari contesti locali: una fonte ricchissima di informazioni, energie e nuove ispirazioni. Sono molto onorata di partecipare a questa seconda edizione con un progetto ideato per Tolfa» (fonte).

Così l’artista Zhanna Kadyrova si racconta ed è così in modo semplice e unico, con le sue opere che ha voluto raccontare la storia e la cultura del bellissimo borgo di Tolfa!


Informazioni utili

  • La mostra è gratuita e dura fino al 26 settembre 2021
  • Palazzo Buttaoni è aperto dal giovedì alla domenica dalle 10:00 alle 20:00 (con possibile pausa pranzo)

Contatti